NEWS

XXVII PREMIO NONINO

al

PROGETTO EDUCATIVO PER L'INFANZIA
DI REGGIO EMILIA


MOTIVAZIONI

PREMIO NONINO 2002
A UN MAESTRO ITALIANO DEL NOSTRO TEMPO
al

PROGETTO EDUCATIVO PER L'INFANZIA DI REGGIO EMILIA
In un mondo attraversato da tentazioni di disumanità diventa indispensabile manifestare un forte impegno civile per la formazione delle nuove generazioni. Su queste basi, la Giuria del Premio Nonino assegna il suo riconoscimento dedicato a Maestri Italiani del nostro tempo, al Progetto per l'infanzia di Reggio Emilia. Nato da un atto d'amore di molte madri che nell'immediato dopoguerra raccolsero i residuati bellici per finanziare una magnifica impresa di pace, oggi è costituito da tredici Nidi e ventuno Scuole per l'infanzia. Questo progetto "che accredita ai bambini potenzialità e creatività, riconoscendoli soggetti di diritti e portatori di proprie culture e autonomie, crea premesse fondamentali per una più alta condivisione di cittadinanza degli individui" come sintetizza magistralmente Loris Malaguzzi, fondatore di questo sogno.
"C'è un luogo nel mondo dove ai bambini si dedica talento, immaginazione e la competenza professionale che altri dedicano solo alla produzione o alla scienza. Un luogo in cui le stesse persone lavorano per anni a raffinare la propria esperienza e i bambini vengono sollecitati in tutti gli aspetti delle loro inimmaginabili risorse…. (…) Una simile frontiera avanzata nel mondo infantile non è negli Stati Uniti, ma dagli U.S.A. la guardano e non hanno difficoltà a definirla semplicemente 'la migliore del mondo'. (….) Ecco spiegato perché l'esperienza di Reggio Emilia è diventata, non solo nel mondo educativo americano una sorta di leggenda…."
Furio Colombo - La Stampa- Maggio 1993

PREMIO INTERNAZIONALE NONINO 2002
Opera omnia (ed. Baldini & Castoldi, Saggiatore e Feltrinelli)
a

NORMAN MANEA
Testimone della più efferata barbarie perpetrata nel XX secolo, profondamente intriso di quell'humanitas mitteleuropea , Norman Manea è un autore - un autore oggi fra i più grandi della letteratura internazionale - che " deve essere conosciuto" perché, nella condizione più umiliante che una "civiltà" può offrire ad un individuo: quella di esule, ha saputo descrivere nei suoi romanzi e nei suoi saggi , con magistrale potenza la grottesca spettralità del totalitarismo trasformandola in una metafora dolorosa, tragicomica e struggente della condizione umana.

PREMIO NONINO 2002
A UN MAESTRO DEL NOSTRO TEMPO
Opera omnia (ed. Garzanti ed Einaudi)
a

TZVETAN TODOROV
Nell'assumere - nei suoi saggi che spaziano nei più diversi campi e tempi della letteratura e della cultura del mondo - l'individuo come valore, Tzvetan Todorov richiama la straordinaria attualità dell'ideale umanistico, rispettoso dell'equilibrio fra esigenze del pluralismo e aspirazione dell'essere all'unità. Nell'insieme delle sue opere, tutte di assoluto impegno morale e intellettuale, emerge con chiarezza l'ostilità verso le tentazioni utopiche sotto qualunque forme prospettate. Critico nei confronti d'ogni determinismo, biologico, sociale, culturale o psichico è convinto con Montaigne, che l'esistenza umana resterà sempre un "giardino imperfetto". In un mondo dove ciascuno è chiamato alla consapevolezza d'una responsabile azione per il bene, e dove tuttavia abita la speranza che si affida all'educazione.

 

ritorna ai premi